METODI DI STAMPA 3D - RP - 3D PRINT

I metodi di stampa utilizzati sono frutto dell’esperienza maturata e delle ultime tecnologie a nostra disposizione. Possiamo indirizzare i nostri clienti verso il metodo di stampa più efficace a seconda del prodotto richiesto, per ottimizzare i costi, garantendone l’efficienza e la qualità.

Stratasys PolyJet

 La tecnologia Stratasys PolyJet ci mette a disposizione molteplici materiali (resine acriliche) che possono essere usate singolarmente o combinandole tra loro. Abbiamo a disposizione materiali:

  • rigidi (famiglia Vero)
  • morbidi (famiglia Tango e Agilus)
  • semirigidi (Rigur e Durus White)
  • resistente ad alte temperature (High Temperature)
  • simil ABS (ABS_Like bianco o verde).

I materiali rigidi possono essere utilizzati per la realizzazione di pezzi estetici anche con texture, per la validazione del design, come per la produzione di modelli medicali certificati (sottocategoria della famiglia Vero). I materiali morbidi con durezza 27 shore A, mescolati con i rigidi, possono dare origine a simil gomme con durezza mista da 40 a 95 shore A. Sono molto usati nel settore della “calzatura”. In generale, la tecnologia in questione, è indispensabile nel settore accessori moda e medicale in genere. Non mancano però utilizzi per prototipi o produzioni di altri settori merceologici.

Materiali ad Alte Prestazioni
Materiali ad Alte Prestazioni

Stratasys FDM

La tecnologia Stratasys FDM è indispensabile per produrre prototipi o pezzi in serie con materiali termoplastici di comprovata qualità e affidabilità. Con i materiali a disposizione, dal più comune ABS al più strutturato Ultem, è possibile creare oggetti aventi caratteristiche meccaniche prossime o identiche ai pezzi prodotti con sistemi tradizionali.

  • ABS, ABS M30i e ABS ESD7; il primo di comune utilizzo, mentre il secondo idoneo alla costruzione di strumenti medicali. Il terzo, avendo caratteristiche dissipative statiche, trova utilizzo nei campi in cui sono richieste caratteristiche ESD.
  • ASA, materiale di classe superiore al comune ABS, che in particolare resiste ai raggi UV, quindi molto utilizzato dove si richiede ai prodotti di non invecchiare a causa dell’esposizione per esempio ai raggi UV del sole. La finitura superficiale dei pezzi prodotto è molto apprezzata, anche perché vi sono a disposizioni più colorazioni.
  • PC-ABS che unisce le caratteristiche meccaniche del PC a quelle dell’ABS permettendo la costruzione di ottimi prodotti caratterizzati da forza e resistenza termica del policarbonato e dalla flessibilità dell’ABS.
  • PC: da impiegare per la costruzione a strati di parti con resistenza elevata. Il policarbonato offre precisione, durata e stabilità e consente di produrre parti resistenti in grado di sopportare i test funzionali, anche ad elevate temperature di esercizio.
  • PC-ISO: è un materiale termoplastico FDM biocompatibile che consente di creare prototipi, stampi e prodotti in materiale resistente al calore soprattutto per i settori farmaceutico, di packaging degli alimenti e medico.
  • Nylon 12: combina la robustezza a eccellenti proprietà di resistenza alla fatica per chiusure ripetute, parti a incastro e parti resistenti alle vibrazioni. Si può impiegare proprio per la costruzione di strumenti da lavoro. È un materiale autolubrificante che può essere difficilmente abraso.
  • Nylon 12CF: è un materiale ingegneristico in grado di  creare strumenti e parti resistenti, rigidi e leggeri, infatti, combina il nylon 12 e la fibra di carbonio per ottenere il rapporto rigidità/peso e la resistenza alla trazione più elevati rispetto a qualsiasi materiale FDM. È impiegato sempre più per sostituire parti meccaniche di serie prodotte in precedenza con tecnologie tradizionali
  • ULTEM™ 1010 resin è la termoplastica FDM più resistente. Grazie alle caratteristiche elevate di resistenza e stabilità termica, è in grado di sopportare le operazioni in autoclave associate alla sterilizzazione e agli strumenti di fabbricazione in composito. La gemella resina ULTEM™ 9085 resin consente ai di creare prototipi funzionali e parti di produzione per applicazioni con classificazione FST e certificate.

Somos® WaterShed XC 11122

Le Stampanti 3D FDM permettono di utilizzare nel processo di stampa tipologie di materiali dalle caratteristiche tecniche differenti a seconda del prodotto richiesto.

Possiamo quindi consigliare al meglio i nostri clienti, su che tipo di materiale utilizzare, mantenendo elevati standard di qualità e ottime prestazioni meccaniche.

Alcuni materiali tra cui scegliere per la produzione mediante Stampa FDM sono

  • ASA : Termoplastico stabile ai raggi UV, indicato per particolari outdoor a lunga durata;
  • PC: Termoplastico robusto, indicato per prototipi complessi ed utensili.
  • NYLON 12: Materiale con un allungamento a rottura superiore del 100-300%, ideale per tutte le applicazioni che richiedono resistenza, quali chiusure a pressione ripetitive e inserti a frizione.

PA12 EOS

Con il PA12 EOS è possibile produrre sia prototipi sia serie di particolari “definitivi” dalle ottime caratteristiche meccaniche. Il materiale è autolubrificante, molto compatto e flessibile quando le geometrie hanno spessori adeguati. Il materiale che può essere posto senza problemi in autoclave, è idoneo per la produzione di dime mediche e per gli usi a contatto con il corpo umano. Essendo un materiale molto diffuso, il PA12 può essere impiegato per produzioni tecniche o anche di oggetti per la moda e la bigiotteria. Il materiale si presta ad essere lavorato superficialmente con verniciature ad immersione o lisciature meccaniche e chimiche studiate ad hoc. Nell’occhialeria non mancano applicazioni massive di prodotti stampati con questa tecnologia, nello specifico con impianti EOS Formiga.